Auto, la Commissione europea risponde ad appello Unrae: sostegno all’industria, limiti alla delocalizzazione e innovazione

Sfide Strategiche
crisi auto

La Commissione europea avrebbe un piano d’azione per consentire al settore, (oltre 2,3 milioni di addetti), di uscire al più presto dallo stato di depressione in cui si trova attualmente.

Antonio Tajani, responsabile di Industria e imprenditoria della Commissione: ”non possiamo abbandonare la nostra base industriale in settori chiave quale l’auto. Credo invece che tale settore debba essere protagonista per rilanciare la crescita. Per questo, nelle prossime settimane, Bruxelles metterà a punto un piano d’azione condiviso con i protagonisti del settore”.

Tajani ha inotre dato mandato alla direzione generale industria della Commissione di “attuare una moratoria regolamentare per evitare nuovi costi e limitare le delocalizzazione”.

“Sono anche convinto – aggiunge – della necessità di rafforzare il sostegno del processo d’innovazione verso auto più efficienti e sostenibili con un rilancio della Green Car Initiative”.

estratto da Quattroruote di R.B.