Startup & venture capitalist – a che punto è l’Italia?

Al debutto
startup1

Bamboccioni, sfigati, stagisti e disoccupati: questi gli aggettivi più  inflazionati per descrivere i giovani italiani, anzi, una PARTE di loro. Perchè se solo alzassimo lo sguardo oltre la siepe saremmo in grado di vedere una generazione di giovani imprenditori pronti a tutto pur di vedere realizzata la loro idea. C’è chi si trasferisce in Silicon Valley (Coderloop), chi chiede (e ottiene) fondi dai vicini di casa tedeschi (Cibando) e chi vince un concorso e se ne va in Cile (Doochoo). Appurato che nel Belpaese esistono (e sono anche bravi! Incroyable!) giovani startup e startupper, perchè tutti vanno all’estero? Ribaltando la domanda: perchè le società di venture capital in Italia non investono tanto quanto i nostri colleghi stranieri? Gli investitori non sono lungimiranti? Mancano i fondi? Oppure è un mero fattore culturale? In questi giorni cercheremo di approfondire il tema, cercando di capire perchè non siamo ancora una little silicon.

Tag: