Sarà Berlino la nuova Valley europea?

Sfide Strategiche
woogadiamond

«In nessuna altra città tedesca sono state fondate negli ultimi cinque anni così tante nuove imprese come a Berlino» scrive il quotidiano Tagesspiegel. Nel 2011 sono state 49 mila le iniziative imprenditoriali made in Berlino, molte di matrice digitale: dal 2008 sono state fondate 1.300 start-up e lo scorso anno 103 start-up internet hanno ricevuto finanziamenti da parte di venture capitalist tedeschi. Un dato che batte quello di qualsiasi altro Paese, Stati Uniti e Cina compresi.

Circa l’80% dei finanziamenti però proviene da fonti internazionali. Uno squilibrio attribuibile da un lato al disinteresse tedesco per il rischio, dall’altro alla lungimiranza degli investitori internazionali per i quali pochi venture capitalist significano maggiori opportunità.

Ne è un esempio Wooga (acronimo di World of Gaming) azienda sviluppatrice di social gaming e creatrice del nuovo tormentone Diamond Dash. Il fondatore Jens Begemann nel 2008 lasciò il posto fisso presso un’azienda internet per fondarne una tutta sua, Wooga appunto, diventata oggi il maggior venditore di giochi su Facebook, che ha annunciato un giro di finanziamenti da 24 milioni dollari guidato da una società del Massachusetts.

Fonte blog.panorama.it di Stefania Medetti

Tag: