Green economy, l’Italia c’è o non c’è? Se ne parlerà domani al primo Greening Camp italiano

Sfide Strategiche
greening camp

L’appuntamento è per domani, 31 maggio 2012, all’ università Luiss Guido Carli; questa la location scelta dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini per presentare il primo Greening Camp italiano (in collaborazione con Luiss e ItaliaCamp), evento che si pone come obiettivo quello di promuovere lo sviluppo economico del paese attraverso le imprese della green economy.

Tra i protagonisti 40 università, 40 imprese (tra cui Enel Green Power, Sorgenia e Solarlight) e 120 laureati/laureandi che sono stati selezionati per i progetti presentati nei mesi scorsi sullo sviluppo della green economy italiana.

Momento core del Camp saranno le discussioni sulle Green Zone: la gestione integrata del ciclo dei rifiuti, l’efficienza energetica in tutti i settori, i materiali e l’innovazione dell’edilizia, la protezione del territorio e la tutela del paesaggio, la fiscalità ambientale, la gestione integrata del ciclo delle acque e infine energie alternative, biotecnologie e mobilità urbana sostenibile.

Il progetto è interessante e rappresenta un’ottima vetrina per i giovani imprenditori, nella speranza che la risposta sia “nella green economy l’Italia c’è” (non dimentichiamoci che l’Italia è diventata il primo mercato mondiale del fotovoltaico davanti alla Germania)

Tag: