Cupertino, welcome to Italy! Nel Belpaese non solo spaghetti, pizza e mandolino. Aggiungete alla lista le startup

Trend
redmatica

Apple colpisce ancora e lo fa in Italia, a Correggio per la precisione, acquisendo Redmatica, startup che sviluppa software per la riproduzione, la registrazione e il mixaggio di audio digitale. La Mela diventerà proprietaria dei software, dei contratti in licenza già stipulati e della divisione che si occupa di R&D di nuovi programmi.

I software di Redmatica si vanno così ad aggiungere al sound system di Cupertino, già proprietario dei programmi di music editing Logic Pro e GarageBand. La notizia è stata resa indirettamente ufficiale dall’ AGCM, che ha dato il via libera all’acquisizione, escludendo la possibilità di un rafforzamento della posizione dominante di Apple (Redmatica avrebbe un fatturato annuo quasi pari a 100.000 euro e una quota di mercato dell’1% del Digital Audio Workstation, mentre Apple detiene il 10-15%)

La Silicon Valley scopre un nuovo lato dell’Italia, quello dell’ hi-tech: solo un mese fa la società di Zuckerberg ha acquisito Glancee startup italiana creatrice di un’ app per la geolocalizzazione di utenti che condividono stesse amicizie e interessi.

Si ripropone dunque la solia domanda: è un bene per le startup italiane essere acquisite dai colossi stranieri oppure il Paese dovrebbe investire maggiormente sulle proprie risorse, attraverso delle politiche che favoriscano la crescita e tutelino il nostro patrimonio aziendale?

 

Tag: