Whatsapp sigla un accordo con la compagnia telefonica HK 3 e prende di mira RIM

Sfide Strategiche
whatsapp roaming pass

L’offerta si chiama “WhatsApp Roaming Pass” e prevede l’accesso illimitato al servizio di messaggistica in 78 paesi diversi al costo di $6 al giorno. Questo vuol dire che i sottoscrittori potranno tranquillamente smettere di utilizzare qualsiasi programma di trasferimento dati (e sms) e servirsi di WhatsApp per inviare qualsiasi tipo di file, dai video alle foto.

WhatsApp, l’applicazione di messaggistica istantanea per smartphone, ha siglato così il suo primo accordo in tema di roaming con  la compagnia telefonica cinese 3 Hong Kong, divisione della Hutchison Telecommunications Hong Kong, per offrire l’utilizzo illimitato dell’app non solo in territorio nazionale ma in oltre 78 paesi ad un prezzo low cost.

Se vi sembra che questo tipo di servizio assomigli al BlackBerry Messenger di RIM, non vi state sbagliando. Ad oggi i possessori di un Blackberry possono infatti scambiarsi un numero illimitato di messaggi, senza costi aggiuntivi, proprio attraverso il BB Messenger. La “sottile” differenza è che il WhatsApp Roaming Pass funziona su più device e quindi mette in comunicazione i possessori di iPhone con Android, Windows Phone, Blackberry e Nokia.

Se a ciò aggiungiamo il fatto che i servizi della HK 3 sono supportati da Vodafone e Hutchinson è probabile che le due aziende decidano di utilizzare le loro infrastrutture per esportare questo servizio in tutti i paesi.

Prosegue dunque la strategia di sms-killer di WhatsApp che questa volta però rincara la dose, togliendo alla RIM uno dei pochi punti di forza del BlackBerry. Tutto questo ad un paio di settimane dal debutto ufficiale del BlackBerry 10 che verrà presentato il 25 settembre  a San Josè agli sviluppatori e ai partner.

Tag: