Pinterest è il terzo sito per traffico referral ma il suo successo non è dovuto agli algoritmi

In ascesa
pinterest

Pinterest, il social network dedicato alla condivisione di immagini, in soli due anni è diventato il terzo sito al mondo per traffico referral dopo Google e Facebook (è riuscito a scavallare anche Google+). Come riportato da Mashable, una recente indagine realizzata su un panel di 7.431 shopper online e condotta da Bizrate Insights , ha mostrato che Pinterest riesce a veicolare gli acquisti on-line più di Facebook.

Durante la Startup School di Y Combinator che si è tenuta sabato all’Università di Standford, il CEO Ben Silbermann ha raccontato come la fase di avviamento sia stata tutt’altro che semplice: il segreto dietro la crescita esponenziale di Pinterest non risiederebbe dietro i complessi e misteriosi algoritmi tanto cari alla Silicon Valley, ma è frutto di una eccellente strategia di marketing.

A tre mesi dal lancio avvenuto nel 2010, il sito aveva avuto solo 3.000 visite, tuttavia gli utenti attivi erano entusiasti del prodotto; così Ben Silbermann, invece di cambiare il prodotto, ha pensato bene di andare a cercare i potenziali utenti.

Per far conoscere il sito i fondatori organizzarono degli incontri nelle boutique locali scattando foto alle persone che partecipavano e coinvolgendo i blogger nella campagne di inviti. Silbermann si rese conto della validità della sua strategia durante uno di questi meeting, quando vide che le persone si incontravano per confrontarsi sui loro progetti, superando la barriera relazionale insita nei social come Facebook e Twitter.

Una storia da film e dei risultati operativi da kolossal. Gli utenti di Pinterest che fanno acquisti on-line hanno dichiarato di seguire circa 9.3 aziende su Pinterest contro le 6.9 su Facebook e le 8.5 su Twitter. Visivamente Pinterest è molto più impattante e ricorda le vetrine dei negozi, un fattore che potrebbe spiegare parte del suo successo. Le bacheche di Pinterest inoltre diventano una sorta di wish list, pronta ad essere esaudita con qualche click.

pinterest-shopify-infographic
pinterest-shopify-infographic

Tag: