Indesit e Illy insieme per porre un freno alla leadership di Nespresso

Sfide Strategiche
perfection_illycup-spoon-bean

L’ unione fa la forza e se a farlo sono due grandi aziende del Made in Italy come Indesit e Illy, allora la strategia è sicuramente di più ampie vedute. Le due aziende hanno infatti siglato un accordo per la realizzazione e la distribuzione di una linea di macchine espresso Hotpoint create appositamente per le capsule Illy.

Una mossa molto astuta per il gruppo di Fabriano, che tra la fine del 2011 e l’ inizio del 2012 aveva dato il via ad una nuova organizzazione per efficientare i processi e ridurre i tempi che intercorrono tra idea e vendita del prodotto. Abbandonando l’ organizzazione per processo, che prevede progettazione, produzione, marketing per tutta la gamma di prodotti, e assimilando gli usi delle aziende della grande distribuzione, Indesit si è divisa in tre aree:  frigoriferi e forni, lavatrici e asciugatrici e infine servizi.

A gennaio l’azienda marchigiana aveva debuttato nel mondo dei piccoli elettrodomestici con il marchio Hotpoint, che attualmente copre il 50% circa del fatturato del gruppo; la partnership con la triestina Illy rientra dunque in un più ampio progetto di crescita di Indesit nel settore dei piccoli elettrodomestici dell’ alto di gamma. Il design sarà italiano mentre la produzione verrebbe esternalizzata  in Asia. In questo modo  Indesit sfrutterebbe la propria ricerca, la forza vendita e il marchio Hotpoint per entrare, con investimenti limitati, in un settore contiguo agli elettromestici bianchi, caratterizzato da maggiori tassi di crescita e margini più elevati. In base a vecchie indicazioni, il management stimava un fatturato potenziale al 2015 di circa 100 milioni di euro, sulla cui base è stimabile un aumento dell’EBITDA per il 2015 del 4-5%

Dalla sua Illy vuole rafforzare la sua presenza nel comparto del caffè in capsule, attualmente minacciata dalla Nespresso che già si avvale di numerosi produttori tra cui anche De Longhi, per commercializzare macchine e cialde insieme. “La partnership con Indesit Company, arricchendo la gamma delle macchine Iperespresso, rappresenta per illycaffè una preziosa opportunità per amplificare la sua forza distributiva” queste le parole di Andrea Illy, presidente e AD di Illy Caffè.

Ma anche Illy, che è considerato un brand dell’alto di gamma, si è fatta soffiare dagli svizzeri la fama di un buon caffè. Il segmento del caffè porzionato è in forte espansione  e rappresenta attualmente l’8% del mercato del caffè totale in termini di volume. A fronte di un panorama competitivo in rapida crescita, Nespresso ha mantenuto il suo trend di crescita a due cifre, confermandosi leader con una quota di mercato delle macchine da caffè (comprese le macchine per caffè filtro e pad) di circa il 20%.

Lo scontro nel comparto del caffè in capsule e delle macchinette è in atto già da qualche anno e Indesit arriva ultima in questo mercato, ma dalla sua ha la forza di un marchio come Hotpoint,  noto all’estero e leader nel mercato inglese degli elettrodomestici bianchi. I primi due modelli sono attesi per l’estate e in questa prima fase la partnership si rivolgerà al mercato italiano, per allargarsi successivamente ad altri mercati, in attesa che venga firmato l’accordo con la General Electric per la distribuzione in Europa e Asia.

Tag: