Niente crisi per il lusso online: nel 2012 le vendite hanno raggiunto i 7,5 miliardi

Trend
olivia_palermo_2

Non si ferma la corsa delle vendite online di prodotti di lusso, che stanno anzi superando ogni tipo di resistenza psicologia all’acquisto su internet, grazie ad esempio alla tecnologia dei camerini virtuali, alla sempre crescente velocità delle spedizioni e al miglioramento dei servizi pre e post vendita.

Secondo la terza edizione del Digital Luxury Experience (Dle), una ricerca nata dalla collaborazione tra Fondazione Altagamma e McKinsey, nel 2012 le vendite di prodotti di lusso online hanno raggiunto i 7,5 miliardi di euro e in crescita del 21% rispetto ai 6,2 miliardi del 2011 mentre per il 2017 si prevede un aumento del +125% circa.

Nel 2012 il mercato dei beni di lusso è cresciuto del 5% – sottolinea Armando Branchini, vicepresidente di Fondazione Altagamma –. Se consideriamo però le categorie più importanti, cioè abbigliamento, accessori, gioielli e orologi, escludendo art de la table, profumi e cosmetica, l’aumento è stato del 10%. Ma per le vendite online la percentuale raddoppia ed è molto interessante vedere l’andamento dei diversi canali di vendita online, perché anche questo mondo si va differenziando velocemente, proprio come quello della distribuzione nel mondo reale».

Anche online esiste infatti una parte retail, fatta dai siti gestite direttamente dai brand o in collaborazione con società come Yoox.com, e una parte wholesale, costituita dai siti dei department store e da quelli multimarca, full price o con prezzi da outlet, e dai portali che si occupano di vendite a invito. «La crescita maggiore, del 48% rispetto al 2011, è stata quella dei siti multimarca che vendono a prezzo pieno – sottolinea Ambrogio Michetti, l’analista di MicKinsey che ha seguito il Dle 2013 –. È una buona notizia, perché indica che internet non è vissuta come il luogo in cui si cerca l’affare. Per i consumatori del lusso quello che conta, proprio come nel mondo reale, è il servizio e la completezza di offerta».

Estratto da Moda24 Giulia CrivelliFoto Lifestyle Mirror

Tag: