Piazza Affari, le quotabili del lusso del 2014

In ascesa
PIAZZA AFFARI

“C’è già visibilità su una decina di società che dovrebbero arrivare a Piazza Affari l’anno prossimo, di cui quattro o cinque nel settore del lusso” Parola di Luca Peyrano, responsabile primary market per l’Europa Continentale di Borsa Italiana, intervenuto a Milano, alla presentazione della ricerca di Pambianco sulle “Top aziende quotabili” dei settori Moda e lusso e Casa e design.

La ricerca ha preso in esame i dati relativi a un campione iniziale di 763 aziende della moda e del lusso. Una prima selezione, effettuata prendendo in esame l’andamento del fatturato e l’Ebitda negli ultimi 3 anni, ha ridotto il campo di analisi a 153 realtà. Queste aziende sono state poi ordinate con il modello di valutazione della quotabilità sviluppato da Pambianco al fine di individuare il ranking delle prime 50 aziende del settore moda e lusso.

Guardando al 2013 che si avvia alla conclusione, Peyrano ha sottolineato che “è stato un anno particolarmente brillante, lo chiuderemo con 20-22 Ipo. Il settore moda è quello che ha resistito meglio di tutti“.

“Se tutte le aziende della moda e del lusso si quotassero raggiungerebbero una capitalizzazione di 26,1 miliardi di euro”  ha detto Carlo Pambianco, presidente di Pambianco Strategie di impresa. Nel podio della classifica 2012 delle aziende della moda messa a punto da Pambianco figurano Giorgio Armani, Ermenegildo Zegna e Dolce e Gabbana.

Secondo Peyrano, inoltre, le realtà del comparto moda e lusso hanno superato parzialmente la crisi e per reperire capitali possono optare per la quotazione. “Il momento è quello giusto per chiunque avesse questo tipo di obiettivo“, ha aggiunto il manager di Borsa Italiana aggiungendo anche che le banche non sono più così disponibili a dare capitali rispetto a un tempo, quando non era ancora scoppiata la crisi.

Alla domanda sul perché alcune aziende del lusso abbiano optato, vedi Prada, alla quotazione su un mercato estero come Hong Kong, Peyrano ha spiegato che in questi casi giocano un ruolo importante le opportunità sul piano fiscale e quelle relative alle partnership a livello globale.

 

Fonte FashionUnited

Tag: