Poltrona Frau diventa Frau Armchair, venduto ad Haworth il 58,6%

Sfide Strategiche
poltrona frau

Non c’è un solo settore commerciale del nostro paese che non sia stato interessato dalla conquista straniera. Nella lista ora anche l’arredamento e al centro del mirino troviamo Poltrona Frau: se l’operazione avrà il via libera dalle autorità antitrust, Charme Investments e Moschini venderanno a Haworth, azienda leader nella progettazione e produzione di ambienti di lavoro, una partecipazione del 58,6% (di cui 51,3% posseduto da Charme e il restante 7,3% da Moschini) del capitale di Poltrona Frau a 2,96 euro per azione.

La società americana ha chiuso il 2013 con oltre 1,4 miliardi di dollari di ricavi e dal 2011 è già partner di Poltrona Frau Group per la distribuzione del canale ufficio in Nord America. Haworth è guidata dall’italiano Franco Bianchi, dal 2005 President e CEO.

A seguito del perfezionamento, Haworth promuoverà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria sulla rimanente parte del capitale sociale di Poltrona Frau sempre a 2,96 euro per azione. Haworth intende perseguire il delisting delle azioni di Poltrona Frau.

Un altro dei simboli del made in Italy che si trasferisce all’estero, cambiando però lato del globo, passando agli americani.

Dopo un ciclo di investimento durato più di 10 anni, questa operazione rappresenta la miglior conclusione del percorso di Charme in Poltrona Frau Group” commenta Matteo Cordero di Montezemolo, Amministratore Delegato di Charme e Vice Presidente di Poltrona Frau.

Questa operazione è per me la realizzazione di un grande sogno iniziato dal 2003 con il fondo Charme, ossia la creazione del più importante polo mondiale dell’arredamento di lusso e questo porterà grandi benefici allo sviluppo internazionale del Gruppo e alla conseguente crescita dei nostri siti produttivi“, ha commentato Franco Moschini, presidente di Poltrona Frau e socio di controllo di Moschini srl.

Fonte sole24ore, ilmondo, iljournal

Tag: