In Italia il beauty vale 9,6 milioni e Limoni regna sovrana

Trend
articoli-di-profumeria-2

Secondo l’indagine presentata da Cosmetica Italia  sullo stato di salute dei consumi del comparto beauty in Italia “Il valore del mercato cosmetico italiano  ha superato i 9.500 milioni di euro nel 2013″ come fa sapere il presidente Fabio Rossello.

Anche in questo settore, la produzione è sostenuta dalle esportazioni, mentre in Italia i consumi registrano segno negativo: il calo  è stato del 3,8% in profumeria per un valore di oltre 2,1 miliardi di euro, per i prodotti di estetica del -5,5% mentre per quelli pre acconciatura del -8,4%. In crescita invece le vendite dirette a domicilio con un +4,5%.

Guardando il retail e le catene di profumerie presenti in Italia, la rivista Beauty Business ha pubblicato la terza edizione della mappa delle profumerie italiane, che prende in esame 1.615 punti vendita e 19 insegne. A livello regionale la Lombardia è la regione italiana con la più elevata concentrazione di profumerie. Seguono il Lazio, il Veneto, la Toscana e il Piemonte.

Di seguito riportiamo il ranking dei top retailer della profumeria in Italia

1) Limoni Profumerie si conferma la prima catena italiana con 417 profumerie e una presenza in tutte le regioni italiane.

2) Ethos Profumerie che chiude il 2013 con 216 negozi, ma già nei primi mesi del 2014 gli associati sono cresciuti. Tuttavia, l’insegna non è ancora presente in tutte le regioni del Belpaese. Mancano all’appello Sicilia, Molise, Trentino Alto Adige, Umbria e Valle d’Aosta.

3) La Gardenia con 169 profumerie, di cui ben 44 in Toscana. Non si conta, invece, alcun punto vendita in Basilicata, Molise, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta.

4) Douglas conta 135 negozi, ma nei primi giorni di gennaio è stata chiusa la profumeria di Bellinzago Novarese, in provincia di Novara, portando il numero complessivo a 134 porte

5) Sephora Sono dieci di meno, ovvero 124, i beauty store sotto l’egida Sephora, che è presente in tutte le regioni italiane ad eccezione della Basilicata.

6)Ultima catena con più di un centinaio di negozi è Marionnaud, che ne conta 123 e presidia principalmente la Lombardia, la Toscana e i Piemonte.

Seguono nella classifica dei top retailer del canale selettivo IdeaBellezza con 56 punti vendita (uno in meno dello scorso anno), Beauty Point con 51 (erano 59 alla fine del 2012) e Beauty Star con 45(rispetto alla seconda edizione della Mappa ha inaugurato l’innovativo punto vendita di Sacile, una profumeria con “champagnerie”, in provincia di Pordenone). EsserBella, insegna di proprietà di Esselunga, e Le profumerie di Marco e Luisa Vaccari hanno entrambe 34 profumerie; mentre Consorzio Estasi Profumerie e Gruppo Muzio ne contano quattro in meno (30). La classifica si completa con: Unix Profumerie (29 negozi), Rossi Profumi (26), Pinalli Profumerie (25), Profumidea (25) Modus Profumerie (24), che ha già pianificato l’apertura di un nuovo store nell’outlet ligure Shopinn Bugnato 5 Terre a Brugnato, in provincia di La Spezia.

Sono stati esclusi dall’analisi i department store la Rinascente e Coin.

Fonte BeautyBiz.it

Tag: