Moncler debutta (male) sul Ftse Mib

Al debutto
Moncler Gamme Rouge SS13

Cambi all’interno dell’indice Ftse Mib con Moncler che da oggi ha preso il posto di Ansaldo Sts nell’indice principale milanese mentre quest’ultima è stata inserita nel Ftse Mid cap al posto di Tamburi Investment Partners.

Il debutto però non è stato dei migliori: dopo i primi scambi il titolo ha registrato un ribasso dello 0,69% a 12,98 euro.

A dicembre, quando il titolo debuttò a Piazza Affari, l’eccesso di richieste ha fatto schizzare il titolo del 46,76%, chiudendo a 14,97 euro: un’offerta che era stata coperta 31 volte per la parte istituzionale e 14 volte per il retail: un record.

Dopo aver toccato i 16 euro a gennaio Moncler ha iniziato la discesa, che ha portato il crollo da inizio 2014 a un secco -17,2%, bruciando quindi oltre 750 milioni di capitalizzazione.

Nello stesso periodo l’indice nel quale oggi debutta Ruffini è invece salito di oltre il 10% e oggi comprende Salvatore Ferragamo, Tod’s, Cucinelli e Luxottica.

Il gruppo produttore dei famosi piumini ha davvero bruciato tutte le tappe entrando a fare parte del club dei primi 40 titoli del listino in meno di sei mesi dallo sbarco in borsa.

 

 

Tag: