Camicissima 440 negozi in Cina grazie al gruppo Baoxiniao

Sfide Strategiche
Camicissima

Camicissima sigla un accordo distributivo con il gruppo cinese Zhejiang Baoxiniao Garment e punta all’espansione retail in Cina.

L’intesa prevede di raggiungere i 440 punti vendita nel Paese entro la fine del dicembre 2019, ovvero 7 anni dopo l’inaugurazione della prima vetrina cinese. Il brand italiano era entrato nel mercato cinese alla fine del 2012 attraverso una prima apertura a Shanghai il 20 dicembre dello stesso anno, nel Takashimaya Department Store.

«Siamo felici – ha dichiarato presentando oggi l’accordo a Milano – Fabio Candido, presidente di Fenicia – di poter contribuire con il nostro marchio ad esportare un po’ di gusto italiano in un mercato importante com’è oggi quello cinese. La nostra volontà è di incrementare la percentuale di prodotto realizzata in Italia e di garantire, come abbiamo sempre fatto, una grande coerenza in termini qualitativi di costruzione dei capi e, soprattutto, delle camicie che costituiscono il nostro core business».

Ad oggi sono già stati aperti 15 negozi Camicissima in Cina con il partner Zhejiang Baoxiniao Garment: a Shanghai, Nanjing, Hangzhou, Guangzhou e Shenyang. L’accordo siglato oggi prevede la concessione in esclusiva per 25 anni dei diritti di distribuzione del marchio Camicissima in Cina a Zhejiang Baoxiniao Garment, uno dei maggiori gruppi cinesi specializzati nella produzione e vendita di abbigliamento. L’accordo comprende anche la gestione sul mercato del canale e-commerce.

Il piano di sviluppo concordato prevede di raggiungere i 440 punti vendita entro la fine del dicembre 2019. Secondo quanto concordato, le aperture seguiranno il seguente calendario: 35 punti vendita nel 2014, 45 nel 2015, 60 nel 2016, 80 nel 2017, 100 nel 2018 e, per finire, 120 nel 2019. «Questo accordo – ha aggiunto Wu Zhi Ze, titolare del gruppo Zhejiang Baoxiniao Garment – ci permetterà di accompagnare l’ingresso e lo sviluppo in Cina di un marchio come Camicissima, che ci ha già dimostrato di possedere un enorme potenziale sul nostro mercato. Sono certo che la stretta collaborazione con il partner italiano costituirà un valore aggiunto importante per i nostri consumatori che potranno avvalersi di camicie di ottima fattura e dagli innegabili contenuti stilistici».

 

Fonte Moda24

Tag: