Per Stefanel nuova ristrutturazione del debito

In caduta
_4ministefanel-adv-2011-look

Stefanel ha siglato un accordo di ristrutturazione del debito con le banche creditrici. L’intesa prevede impegni in linea con il precedente accordo e ha durata fino al 31 dicembre 2017. Moratoria fino al 30 giugno 2016 dei rimborsi delle quote capitali dei finanziamenti a medio-lungo termine con successivo ammortamento a partire da dicembre 2016, conferma delle linee di finanza operativa utilizzate al 30 settembre 2013 fino al 31 dicembre 2017 e verifica del rispetto di alcuni parametri finanziari a livello di bilancio consolidato su base semestrale sono i punti cardine dell’intesa, come sottolinea l’azienda in una nota.

L’accordo è stato siglato sulla base del piano industriale e finanziario dell’azienda per il periodo 2013-2017. Il socio di riferimento, Giuseppe Stefanel, spiega il management nella nota, ha confermato il suo impegno in termini di contingent equity, ossia di versamenti in conto capitale a sostegno del piano, nel caso in cui fosse necessario, fino a un ammontare di 5 milioni di euro.

Il gruppo di abbigliamento ha archiviato il primo trimestre con una perdita pari a 4,6 milioni di euro, in aumento rispetto al rosso di 4,1 milioni di un anno prima. I ricavi sono risultati in flessione a quota 44,5 milioni dai 48,4 milioni a causa di chiusure di negozi non performanti.

A fine marzo, l’indebitamento finanziario netto era pari a 82,8 milioni, (erano 78,4 milioni al 31 marzo 2013).

Fonte Fashion United

Tag: