Guerra ad Herbalife, 50 milioni per far crollare il titolo

In ascesa
herbalife

Pur di distruggere Herbalife l’hedge fund Pershing Square Capital Management ha messo sul tavolo 50 milioni di dollari e finanziato una lunga indagine investigativa privata per dimostrare che l’azienda famosa per le tisane dimagranti è costruita su uno schema di vendita piramidale (vietato dalla legge perchè ingannevole) analogo a quello che nel 2001 ha portato la Enron al fallimento.

Stasera il miliardario Bill Ackman, a cui fa capo il fondo, rivelerà i risultati dell’inchiesta, che metterà poi a disposizione delle forze di polizia, nel corso di una conferenza stampa a New York. “Datemi retta – ha detto Ackman in un’intervista riportata da Bloomberg – quando vedrete quel che abbiamo raccolto vi renderete conto che sono stati soldi ben spesi”. A suo parere i “nutrition club” creati da Herbalife assomigliano parecchio alle false trading room messe in piedi da Enron nella frode che portò alla bancarotta.

La battaglia di Ackman contro Herbalife dura dal dicembre 2012: il miliardario ha scommesso un miliardo contro la società di Los Angeles sostenendo che ha ingannato i distributori, fornito dati falsi sulle vendite e vende a prezzi assurdamente alti materia prima di scarso valore.

In seguito alle dichiarazioni di Ackman le azioni di Herbalife hanno perso l’11%, arrivando a una perdita complessiva del 31% dall’inizio dell’anno. Anche la Federal Trade Commission (FTC) statunitense ha già aperto un’indagine per truffa nei confronti di Herbalife.

La società venditrice di integratori, che conta su due milioni di distributori indipendenti chiamati a reclutarne sempre nuovi in una sorta di catena di Sant’Antonio, si è limitata a rispondere alle nuove accuse di Ackman con un sibillino “la verità trionferà”…

 

Fonte Food24

Tag: