Borsalino cerca il riscatto con il fondo Haeres Equita

Sfide Strategiche
borsalino

Borsalino, che ha presentato istanza di concordato al Tribunale di Alessandria qualche mese fa, si prepara a passare ad Haeres Equita, società di investimento di private equity che possiede e gestisce immobili e imprese nel campo del lusso, di proprietà di due imprenditori, Philippe Camperio ed Edouard Burrus.

Il fondo ha siglato un accordo che andrà a integrare la richiesta di concordato depositata al Tribunale di Alessandria, per affittare l’azienda e garantire la continuità, per poi assumerne la piena proprietà. La strategia presentata da Haeres Equita è volta a mantenere la produzione nell’attuale impianto di Alessandria, investendo risorse umane ed economiche a supporto della crescita del marchio piemontese di cappelli. Il piano di concordato vale circa 20 milioni, mentre i debiti ammontano a 38 milioni, compresi però 16 milioni chiesti dall’ Agenzia delle entrate con la quale si è aperto un contenzioso.

Il consiglio di amministrazione di Borsalino ha sottolineato che la “proposta di Haeres Equita è stata valutata la migliore, in quanto darà a Borsalino garanzie sia dal punto di vista della coerenza del business, sia dal punto di vista della crescita, permettendo così al brand di rimanere leader mondiale nel mercato dei beni di lusso made in Italy

Philippe Camperio, finanziere italiano a capo della ginevrina Quest partners, che attraverso il neo-costituito veicolo tricolore Haeres equita srl ha dato disponibilità a farsi carico della copertura dei debiti. Stipulerà inoltre un contratto d’affitto per poi rilevare l’intero capitale della nuova Borsalino. Questo il percorso che dovrebbe mettere in sicurezza la società e il marchio storico reduce dalle disastrose gestioni degli ultimi anni.

Il finanziere franco-svizzero Philippe Camperio  dopo aver lavorato per fondi d’investimento e banche, ora è presidente di Quest Participations, Swiss Luxury Beliefs e Haeres Capital, da cui l’Haeres Equita strumento per l’ingresso in Borsalino.Con Swiss Luxury Beliefs, Camperio ha tentato finora (con marchi come Heavens Geneve) di percorrere una via svizzera all’alta moda. La Borsalino gli dà la possibilità di entrare fra i marchi italiani di prestigio.

 

Fonte La Repubblica, Il Sole 24 Ore, Pambianconews

Tag: