Caramella Rossana, il marchio passa da Nestlé alla Fida di Asti

Sfide Strategiche
rossana caramella

Dure fuori, morbide e cremose dentro, “sulla bocca di tutti”, come recitava il celebre spot. Amate perché considerate simbolo di tradizione o snobbate perché prodotto d’altri tempi, senza via di mezzo, ma conosciute da tutti.

Le caramelle Rossana tornano italiane: è stato infatti sottoscritto il contratto preliminare per la cessione da parte del Gruppo Nestlé all’astigiana Fida del ramo d’azienda relativo alle caramelle (oltre a Rossana, anche Fondenti, Glacia, Fruttallegre, Lemoncella e Spicchi). La notizia arriva pochi mesi dopo l’allarme che si era diffuso nel marzo scorso sulla possibile scelta di non produrle più (nonostante il cambio di proprietà hanno sempre continuato a essere preparate nello storico stabilimento umbro di San Sisto).

Rossana verrà prodotta all’ interno dello stabilimento Fida di Castagnole delle Lanze. L’azienda, attiva dal 1973 e che opera esclusivamente nel settore delle caramelle (fra i marchi in portafoglio Sanagola e Charms) attualmente detiene una quota pari al 3,5% circa nel totale del mercato, con un fatturato 2015 pari a circa 15 milioni di euro.

Tag: